Terapia individuale per bambini e adolescenti

Questo intervento è volto a fornire uno spazio al bambino per esprimere e condividere con uno psicoterapeuta le proprie emozioni, i propri pensieri, le proprie intenzioni. Tale spazio è privo di giudizio morale, ma è definito a priori con il bambino quali regole e limiti da rispettare; è attraverso la relazione, l’empatia, la creatività e la consapevolezza di sé che il bambino e il terapeuta imparano a conoscersi ed eventualmente a modificare alcuni comportamenti non funzionali alla crescita armoniosa e all’espressione di sé. La psicoterapia risulta importante nel momento in cui alcune esperienze traumatiche segnano la vita del bambino e della famiglia, tanto che è necessario accompagnare individualmente la persona (adulto o minore che sia) nell’espressione e nella condivisione  del dolore vissuto, per poterlo integrare con altre esperienze positive. Non è sempre possibile stabilire con esattezza la durata del percorso perché vari fattori intervengono nel processo psicologico e psicoterapico, ma si concordano con il bambino e con la famiglia dei momenti di raccordo e condivisione rispetto all’andamento della terapia. Tali momenti sono cadenzati e favoriscono lo scambio di atteggiamenti o strumenti utili al benessere del bambino e del nucleo famigliare.

Prima di intraprendere una psicoterapia si effettua un percorso di psicodiagnosi che consente di definire l’area specifica i intervento.

La modalità di conoscenza e intervento con l’adolescente è la medesima, fatto salvo per il consenso al partecipare al percorso: con i ragazzi risulta importante avere la loro accettazione per poter iniziare, non tanto da un punto di vista legale (se minorenni, è fondamentale avere quella di entrambi i genitori) quanto da un punto di vista psicologico, rispetto al riconoscere e rispettare la loro volontà.