Ilenia Urzì

IMG-20190904-WA0001

Sono una Psicologa laureata a Torino in Scienze della Mente nel Marzo 2014 e perfezionata in Neuropsicologia dell’Apprendimento con master II livello in Valutazione e Trattamento Neuropsicologici dei Disturbi Specifici di Apprendimento, diretto dal Prof. G. Stella a Bologna.

Cos’è e a cosa serve la neuropsicologia dell’apprendimento?

La neuropsicologia è una branca delle neuroscienze che analizza tutte le funzioni cognitive implicate in un apprendimento (diversi tipi di attenzione, diversi aspetti della memoria, funzioni esecutive quali pianificazione, flessibilità, problem solving,..) consentendo di evidenziare le cause specifice alla base di una difficoltà e valutare eventuali punti di forza. Permette quindi di evidenziare le componenti sottostanti la letto-scrittura e il calcolo dando la possibilità di non affidarsi esclusivamente agli strumenti compensativi e aprendo uno spazio al miglioramento.
La mia formazione neuropsicologica ha avuto inizio al Presidio Sanitario San Camillo (2014), con anziani affetti da cerebrolesione acquisita, ai quali proponevo la valutazione del quadro cognitivo e il successivo training riabilitativo per il recupero delle funzioni cognitive danneggiate. Nel 2015 ho però dirottato la mia attenzione sull’età evolutiva, per la profonda passione e gratitudine che nutro per i bambini e la loro purezza ed energia positiva. Dunque il master in Neuropsicologia dei DSA, il tirocinio formativo (2016-2017) in uno dei centri del Prof. Stella a Milano, attività volontaria in Asl To 5 a Moncalieri (2017-2018) e inizio del lavoro da libero professionista in equipe multidisciplinare a Torino (dal 2016).

I servizi specifici della mia figura sono i seguenti:

  • Valutazione Cognitiva, per l’inquadramento del livello intellettivo generale del bambino
  • Valutazione Neuropsicologica funzionale, utile per indagare le abilità di base su cui si struttura lo sviluppo naturale degli apprendimenti scolastici (attenzione, memoria, funzioni esecutive,..). Tale analisi è condizione primaria per la definizione di un adeguato intervento di potenziamento.
  • Potenziamento delle abilità cognitive ed esecutive alla base degli apprendimenti strumentali (attenzione selettiva, sostenuta, divisa, shifting, memoria di lavoro e a breve termine verbale e visuospaziale, problem solving, pianificazione) – Metodo Benso
  • Percorso integrato attentivo-mnesico e logopedico, in collaborazione con dott.ssa Valerio, logopedista di Kaleidos
  • Parent training, per offrire ai genitori di bambini con ADHD delle strategie efficaci per la regolazione del comportamento dei bambini con deficit di attenzione e iperattività

 

Cosa si intende per Valutazione del Funzionamento Cognitivo e Neuropsicologico?

Ognuno di noi per portare a termine le proprie attività quotidiane utilizza funzioni cognitive come l’attenzione su ciò che vogliamo o dobbiamo osservare e manipolare, la capacità di tenere a mente delle informazioni che potrebbero essere utili per raggiungere i nostri obiettivi, la manipolazione delle stesse informazioni per crearne di nuove, la pianificazione e coordinazione di molteplici piccole attività al fine di raggiungere i risultati preposti, e tante altre funzioni responsabili dell’efficacia (quanto correttamente) e dell’efficienza (in quanto tempo) delle nostre attività quotidiane.

Cosa sono le Funzioni Esecutive?

Una parte delle funzioni cognitive necessarie per eseguire piani comportamentali complessi, come guidare, fare degli acquisti, attraversare la strada, apprendere ed utilizzare lingue straniere, in generale comprendere le esigenze nostre e di chi ci circonda e adeguarvi le nostre risposte verbali e fisiche. Sono la base dell’intelligenza multicomponenziale proposta dalle teorie scientifiche attuali.

In cosa consiste il training Benso?

In una serie di esercizi per la mente mirati e personalizzati sul profilo cognitivo di ognuno che richiedono e sollecitano profondamente l’attenzione su uno stimolo, la capacità di passare velocemente da uno stimolo ad un altro, come richiesto da molti compiti scolastici come le operazioni algebriche e le espressioni in matematica, la manipolazione di informazioni tenute in memoria per raggiungere degli obiettivi, l’attenzione sostenuta nel tempo, e tutte le funzioni cognitive di base sopra le quali si costruiscono gli apprendimenti semplici e complessi e lo sviluppo delle funzioni esecutive di cui sopra.
I bambini che maggiormente ne beneficiano sperimentano:

  • difficoltà di attenzione in classe e a casa
  • difficoltà ad iniziare le attività e portarle a termine
  • difficoltà nell’apprendimento stabile delle procedure
  • difficoltà ad organizzare i pensieri prima di agire
  • difficoltà linguistiche, nella manipolazione di suoni all’interno di una parola
  • difficoltà in lettura, scrittura, calcolo (Dislessia, Disortografia, Discalculia)
  • difficoltà a impare alfabeto, filastrocche, formule, date
  • difficoltà a pianificare i propri impegni e gestire in autonomia il proprio materiale